Tanti studi clinici hanno ormai dimostrato che disfunzione erettile (DE) e ipertrofia prostatica benigna (IPB) si presentano spesso associate. Non è un caso, ma il frutto di meccanismi comuni che provocano allo stesso tempo un alterato svuotamento della vescica, e un incompleto riempimento di sangue nei corpi cavernosi del pene, con relative contestuali difficoltà urinarie e sessuali. La fascia di età dei soggetti colpiti da questo doppio problema è generalmente quella degli over 50, e coincide con una aumentata frequenza di altre possibili condizioni, definite “fattori di rischio vascolare”. Dopo i 50 anni si manifestano infatti con maggiore frequenza ipertensione, diabete, aterosclerosi e colesterolo elevato. 
Non perdere l'appuntamento con la prevenzione, prenota al numero 3296009756 potrai parlare direttamente col Dott. Carmine Di Palma - Specialista in Urologia e Andrologia.